Consigli naturali per un papà pieno di energie

Consigli naturali per un papà pieno di energie

La Festa del Papà ci ricorda l’importanza del tempo passato con i propri figli. Secondo numerosi studi, i bambini che giocano con il proprio papà crescono più intelligenti e sicuri di sé stessi. Impariamo a sfruttare a nostro vantaggio le vitamine, i minerali e le altre numerose molecole che troviamo in natura per avere maggiore energia quando torniamo a casa dopo una giornata lunga e faticosa.

Tutti noi sappiamo cosa vuol dire “esaurire le batterie”. Dopo lunghe ore di lavoro, mille impegni giornalieri e alti livelli di stress, una volta a casa ci si vorrebbe subito buttare sul divano e rilassarsi. Per i papà (e per le mamme) questo momento arriva sempre più tardi: ci sono i bagnetti da fare, i compiti da controllare, le storie da raccontare. Almeno nel week-end possiamo riposarci … E invece no. Il calendario prevede: partite di calcio, di pallavolo o di altri magnifici sport e, quando non ci sono saggi o spettacoli, compaiono le feste di compleanno e nella bella stagione il parco o la piscina. Insomma, chi più ne ha più ne metta.

Per essere sempre fisicamente al meglio per la famiglia, possono venire in aiuto una buona alimentazione ricca di frutta e verdura (ottime fonti di vitamine e sali minerali). Da evitare sono alcool, zuccheri, alimenti confezionati e grassi saturi che, al contrario di quello che si pensa, non forniscono energia in più ma appesantiscono il fegato e ci rendono meno vitali. Inoltre, fare esercizio fisico ha effetti positivi sui livelli di energia, poiché aumenta il rilascio di endorfine che migliorano la sopportazione dello stress e riducono la stanchezza mentale.

Insieme ad uno stile di vita sano, possiamo sostenere l’organismo integrando la dieta con le vitamine del gruppo B che, agendo sul nostro metabolismo energetico, riducono stanchezza ed affaticamento fisico. Queste vitamine concorrono inoltre al buon funzionamento del sistema nervoso, svolgendo un effetto positivo anche sulla stanchezza mentale. Bisogna però fare particolare attenzione ad assumere un complesso di vitamine B di qualità che contenga le forme naturali delle vitamine e non quelle sintetizzate in laboratorio (presenti nella maggior parte degli integratori in commercio). Ad esempio, la vitamina B9 si presenta spesso sotto forma di acido folico, una tipologia di sintesi poco costosa ma meno biodisponibile ed efficace rispetto al folato, la forma attiva naturalmente presente negli alimenti, più assorbibile ma fino a 55 volte più costosa dell’acido folico. Lo stesso vale per la vitamina B12, frequentemente presente negli integratori come Cianocobalamina e non come Metilcobalamina, la forma naturale, più biodisponibile ma 5 più costosa.

Per aumentare le energie e combattere la debolezza esistono poi molecole scientificamente studiate dette proenergetiche. Di quest’ultime fanno parte la L-Acetil Carnitina e la Creatina. La L-Acetil Carnitina è da distinguere dalla L-Carnitina per il suo maggior assorbimento intestinale. Dopo essere stata assorbita, l’L-Acetil-carnitina aumenta l’utilizzo degli acidi grassi a catena lunga a scopo energetico, migliorando la resistenza allo sforzo fisico e riducendo la formazione di acido lattico, facilitando così il recupero post allenamento. La Creatina, derivato amminoacidico che si trova per la maggior parte nel muscolo e fornisce energia di riserva, migliora le performance fisiche. Infine, imprescindibile per chi soffre di affaticamento sia fisico che mentale, è la scelta giusta del magnesio. Questo minerale è essenziale per numerose funzioni all’interno dell’organismo umano, tra le quali l’attività muscolare e la produzione di energia. Tuttavia, esso risulta poco assorbibile dal corpo (l’ossalato di magnesio ha una biodisponibilità di solo il 4%). Esistono però diverse forme di magnesio, quali il magnesio sucrosomiale, che il corpo assimila maggiormente e più velocemente rispetto alla forma inorganica comunemente presente negli integratori.

Infine, ci sono papà a cui piace praticare sport (anche in maniera amatoriale), ottima pratica che permette di stimolare la muscolatura (in grado di adattarsi all’allenamento) e mantenere sano il sistema cardiovascolare e nervoso, scaricando lo stress. Questo però espone le articolazioni a rischi di usura e di sviluppare micro-traumi; è quindi consigliabile ricorrere all’uso di sostanze antiinfiammatorie e analgesiche specifiche per mantenere la fisiologica flessibilità muscolare e il benessere di ossa e articolazioni. Le più consigliate sono l’Artiglio del diavolo, la Mirra (la resina della pianta) e la Boswellia (in particolare quella Sacra, che possiede un contenuto maggiore di Acidi Boswellici rispetto a quella Serrata). Infine, è stato recentemente accertato che la molecola Beta-Cariofillene, estratta dal pepe nero, ha una forte azione antinfiammatoria e analgesica, interagendo con il nostro sistema endocannabinoide.

In conclusione, per goderci pienamente i momenti felici con i nostri figli, senza farci abbattere dalla stanchezza fisica e mentale, è di primaria importanza seguire uno stile di vita sano, fatto da una dieta varia ed equilibrata, che ci fornisca tutto ciò di cui il corpo ha bisogno. Quando però la stanchezza prende il sopravvento, ci possono venire in aiuto numerosi principi attivi naturali che ci fanno velocemente recuperare le energie e ci danno il giusto sprint da dedicare ai nostri figli.

Comments are closed

Questo sito fa uso di cookie di profilazione di parti terzi per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il traffico generato. Continua la lettura

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi